La leadership diffusa

Anche nell’ambito QHSE possiamo affermare con certezza che la promozione di comportamenti basati su una leadership diffusa è una strategia vincente.

Parlare di leadership diffusa può sembrare vago e fumoso, ma proviamo a declinarlo in comportamenti concreti.

Quali sono i comportamenti concreti di una leadership diffusa?

Quando un manager entra in un cantiere o in un reparto produttivo senza indossare i DPI richiesti per tutti, lavoratori e visitatori inclusi, questo è un comportamento che non aiuta la leadership diffusa.

Quando un site manager o un supervisore di disciplina non rispettano tutte le procedure previste per l’avvio dei lavori perché mettono al primo posto il rispetto dei tempi non offrono un esempio coerente al motto “safety first” che magari viene ostentato su diversi cartelli in cantieri e reparti produttivi.

Una delle prime modalità e degli aspetti concreti di un modello di leadership diffusa è la coerenza tra quello che si dice e quello che si fa, la guida per esempi.

È evidente quanto questo sia importante più si sale nella scala gerarchica delle posizioni in un’organizzazione. Per questo motivo l’esempio dei leader è fondamentale.

Allo stesso tempo altri elementi favoriscono un comportamento responsabile e teso al raggiungimento dell’obiettivo con un buon grado di autonomia e proattività.

Percorso di chiarezza

La leadership diffusa passa anche attraverso un percorso di chiarezza in termini di processi, ruoli, responsabilità, delega ed autonomia.

È quindi un percorso che richiede tempo e risorse per essere favorito, ma che può essere implementato anche in modo graduale e compatibilmente con lo stadio evolutivo dell’organizzazione.

Dopo un anno siamo ancora in un ambiente decisamente VUCA, ovvero caratterizzato da:

– Volatility (volatilità)

– Uncertainity (incertezza)

– Complexity (complessità)

– Ambiguity (ambiguità)

Proprio questo mutamento di contesto rende ancor più necessario agire attraverso una catena decisionale corta con un buon grado di autonomia e un comportamento che ben si sposa con la definizione di leadership diffusa. Il modello organizzativo richiesto è sempre più flessibile e mutevole, un continuo ripensamento e aggiustamento dei modelli di management.

Questi assunti possono essere facilmente declinati in ambito QHSE. D’altronde uno degli elementi fondamentali sono proprio i Sistemi di Gestione, che sono la parte più manageriale nella gestione delle tematiche dell’ambiente, per la sicurezza sul lavoro e per la qualità.

In un contesto caratterizzato da un aumento delle distanze e dallo smart working solo il coinvolgimento e la responsabilizzane dei collaboratori può consentire di tenere il passo. Ma se questo processo è guidato non è solo una “mossa per parare il colpo”, può anzi rappresentare una grande opportunità per trovare un’organizzazione più snella e reattiva, più efficiente ed efficace. In pratica possiamo mettere a frutto il potenziale imprenditoriale che c’è in ognuno di noi.

Testimonianza di Giovanni Tavaglione

In Vistra stiamo lavorando da anni per il raggiungimento di questo obiettivo e i risultati ottenuti sono stati fondamentali per affrontare il mercato nel contesto pandemico. Ecco una testimonianza di Giovanni Tavaglione, direttore della nostra Academy, che ha seguito da vicino questo progetto:

“Uno dei termini più inflazionati ed abusati è di certo la parola leadership, con cui il rischio di incorrere in potenziali equivoci è particolarmente alto.

La leadership può essere espressa solo quando fa parlare i fatti attraverso i comportamenti e diventa diffusa solo quando i componenti di una squadra dimostrano coerenza fra dire e fare.

La nostra Academy Vistra Fighting for Safety è partita da questi principi per avviare un lavoro integrato sulla leadership: prima di offrire dei prodotti/servizi all’esterno, ha deciso di sperimentare un percorso di leadership diffusa sulla propria pelle.

Ci siamo chiesti in chiave direzionale:

– Quanto siamo in grado di dare l’esempio attraverso i nostri comportamenti!?

– Quante volte ci prendiamo la responsabilità di un errore senza cercare colpevoli o alibi?

– Quante volte ci prendiamo il tempo per ascoltare i bisogni delle nostre risorse?

– Quante volte abbiamo stipulato un patto nella nostra squadra centrato su impegni osservabili e misurabili dove come management siamo i primi a metterci la faccia?

– Quante volte pretendiamo dagli altri ciò che in prima persona non facciamo?

È da qui che la nostra Academy Vistra Fighting for Safety è partita, mettendosi in discussione prima di tutto attraverso chi guida l’azienda per elevare una delle competenze oggi più richieste al mondo ed estremamente connessa alla leadership, che è la metapercezione, ossia la capacità di rivedere i propri comportamenti dall’esterno.

Un passo alla volta il nostro lavoro sulla leadership è diventato un centro di sviluppo permanente di miglioramento continuo, dove preferiamo dare voce alle nostre azioni e ai nostri comportamenti attraverso la capacità di dare costante peso a tutte quelle cose che sembrano scontate, ma che in realtà sono le fondamenta della leadership diffusa:

– fare ciò che si dice

– chiedere aiuto quando è necessario

– evitare triangolazioni relazionali e parlare col diretto interessato quando è necessario attivare una critica costruttiva

– offrire disponibilità nel trasferire le proprie conoscenze

– essere preparati quando si comunica a livello tecnico e relazionale per leggere al meglio il contesto

– lavorare sulla delega in modo attento e mirato per evitare di scaricare grane

– lavorare sul triangolo del sistema immunitario (sport, alimentazione e sonno) per elevare la lucidità sotto pressione e gestire al meglio lo stress.

Questi sono solo alcuni degli aspetti che ogni giorno diventano per noi l’occasione di guardarci allo specchio e di imparare le lezioni necessarie attraverso tutti gli errori che abbiamo fatto nei 20 anni della nostra storia.

Il nostro impegno per continuare a lavorare sulla leadership diffusa è quello di offrire a tutti i nostri clienti un’analisi del bisogno mirata, che vada ad analizzare nel dettaglio le criticità oggettive che limitano la leadership diffusa per evitare di generare false aspettative o incauti ottimismi.

In fondo il primo passo reale verso la leadership diffusa può essere concentrato in una semplice domanda:

Ciò che chiedo agli altri, lo faccio in prima persona? “

Vistra è in grado di supportare le aziende italiane in tutto il mondo per le problematiche di Qualità, Sicurezza sul Lavoro ed Ambiente.

Se vuoi approfondire l’argomento, guarda il video.

Federico Olivo
Autore: Federico Olivo
Laureato in ingegneria Gestionale, ha maturato la sua esperienza per la qualità nel settore militare. Tra i fondatori di Vistra nel 2000 è oggi Presidente della società. In oltre 20 anni di operatività nel settore della Qualità ha lavorato in Italia ed all’estero per aziende di ogni dimensione ed in molteplici settori. Con una grande esperienza nella mappatura dei processi tiene lezioni in Master e corsi universitari, co-autore del libro “la guida del sole 24 ore alla Qualità” edito dal Sole24ore.

Lascia un commento

Come possiamo aiutarti?

Chiamaci per una consulenza gratuita o inviaci una richiesta online.

Stai cercando un partner affidabile?