Train the Trainer: un percorso per incrementare l’efficacia della formazione

La formazione riveste un ruolo di primaria importanza nell’ambito dei servizi QHSE.

Gli esempi possono essere molteplici, collegati ai più svariati processi e necessità organizzative, in particolare per quanto riguarda la sicurezza e salute sui luoghi di lavoro ci sono anche degli obblighi di legge da rispettare per la formazione di lavoratori, dirigenti e preposti.

Nella nostra esperienza ormai ventennale abbiamo assistito a un grande mutamento negli anni della percezione dell’importanza e della sensibilità delle persone verso le tematiche della sicurezza sul lavoro.

La formazione ripetuta con cadenze prestabilite, e con una parte del contenuto predefinito, derivano già dalle impostazioni del legislatore: sono un primo componente della formazione in senso lato.

Un secondo ingrediente fondamentale per l’efficacia della formazione stessa è la competenza, l’esperienza e la preparazione del docente.

Indubbiamente quando la formazione viene accompagnata da esempi pratici, basati su casi reali, il docente riesce a trasmettere una maggiore sensazione di concretezza rispetto ad un approccio puramente teorico.

Abbiamo riscontrato in questo senso risultati particolarmente efficaci ed apprezzati perché i docenti Vistra sono tecnici esperti che si dedicano sia alla parte consulenziale quanto a quella formativa.

Tuttavia anche con tecnici particolarmente preparati, materiale formativo completo ed esaustivo, con dei programmi chiari ed adeguati test finali, a un certo punto si raggiunge un limite oltre il quale è difficile migliorare.

Ricordo in particolare un percorso di collaborazione con un’importante multinazionale italiana, protagonista sui mercati internazionali, che avevamo iniziato ad affiancare per le tematiche della sicurezza sul lavoro. La nostra collaborazione era iniziata nel 2006, un tempo molto importante rispetto all’evoluzione della sensibilità verso queste tematiche. Nell’arco di quattro anni la combinazione di interventi di mitigazione del rischio attraverso la nostra consulenza e i lungimiranti investimenti da parte del cliente avevano portato insieme a un piano formativo completo ed esaustivo a dei risultati straordinari.

In meno di quattro anni era stato possibile ridurre di oltre l’80%. L’entusiasmo per i grandi traguardi raggiunti aveva spinto il cliente a continuare con il piano formativo e con gli interventi che si erano dimostrati così efficaci.

Con sorpresa però dovemmo constatare che negli anni successivi i risultati rimasero stabili sui valori raggiunti nel 2010. Non ci fu un ulteriore miglioramento.

 

Avevamo raggiunto il limite fisiologico? Sarebbe stato possibile andare oltre?

Eppure analizzando le cause degli infortuni residui risultava chiaro che l’attività formativa avrebbe dovuto essere utile anche in quei casi specifici. Cosa non stava funzionando, cosa era ancora possibile fare?

Giustamente quando si parla della sicurezza e della salute delle persone, non esiste un “limite accettabile”. È necessario impegnarsi per andare oltre, per capire cosa possa essere fatto di meglio e di più efficace.

Proprio in quegli anni alcuni dei nostri stavano frequentando dei corsi particolari in ambito vendite, gestione risorse umane, nei quali si esploravano le “soft skills”. Era la prima volta che venivano trattate in modo scientifico alcune tematiche come il public speaking, la gestione delle riunioni, i metamodelli, i virus comunicativi e tutta una serie di tematiche che ci permettevano di capire in modo più approfondito la comunicazione. Avevamo appreso dei nuovi strumenti per comprendere, valutare e migliorare l’efficacia della comunicazione.

Da quel momento nacque per noi il desiderio di incorporare queste tematiche nella consulenza e nella progettazione dei nostri corsi formativi. Avevamo compreso che per migliorare ulteriormente era necessario lavorare sui formatori.

Fino a quel momento, a parità di esperienza, competenza e preparazione, imputavamo il fatto che qualche docente fosse più apprezzato di altri allo stile o alla simpatia. Non avevamo gli strumenti per poter valutare il tono di voce, l’utilizzo di interruzioni di schema, la posizione durante la formazione e tanti altri dettagli che sono invece fondamentali per l’efficacia della comunicazione con i discenti.

È provato che, dopo una settimana dal corso di formazione, solo una piccola percentuale delle informazioni rimane bene impressa nella mente dei discenti. Riuscire a incrementare quella percentuale di qualche punto significa evitare qualche incidente e magari salvare qualche vita, oltre che risparmiare alle organizzazioni parecchi problemi e sanzioni.

Negli anni questo impegno e questa nostra intenzione si sono concretizzati attraverso una progettualità dedicata nell’Academy Vistra #FightingForSafety: il percorso Train The Trainer.

Il primo corso è stato aperto non solo ai nostri dipendenti, ma ha coinvolto molti professionisti esterni che fanno parte del nostro team, in pieno accordo con la filosofia inclusiva Vistra, secondo cui un rapporto lavorativo continua e migliora non in funzione della tipologia di contratto, ma di quanto le risorse stanno bene nella tua organizzazione.

Il feedback è stato entusiasmante. Anche le risorse più esperte hanno partecipato con grande entusiasmo. L’interazione stessa è stata occasione di scambio di best practices tra i diversi professionisti e formatori.

Scoprire queste tematiche ha portato nuove energie e migliorato lo spirito di squadra. I risultati si sono visti immediatamente.

È stata una soddisfazione enorme quando, poche settimane dopo la fine del corso, abbiamo affrontato una difficile sfida dal punto di vista formativo.

Una importante azienda nel settore multiutilities voleva metterci alla prova. Dopo molti tentativi aveva individuato una piccola realtà, specializzata nella formazione, che era riuscita a portare dei buoni risultati oggettivi in termini di gradimento della formazione. Purtroppo per il cliente tale organizzazione era troppo piccola per soddisfare le richieste formative di un gruppo così importante. Per questo aveva chiesto anche a Vistra, ma ci aveva avvisato: dopo i corsi ai partecipanti veniva chiesto di compilare un questionario anonimo di gradimento. Scala likert da 1 a 5; l’attuale fornitore aveva una valutazione di 4.5. Si aspettavano gli stessi risultati da noi.

I docenti messi in campo erano freschi del corso Train The Trainer e seppero utilizzare ottimamente i nuovi strumenti appresi durante il corso, combinando la competenza con l’efficacia comunicativa. Nei primi 3 corsi le valutazioni medie furono per due volte 5 ed una volta 4,75.

Oggi stiamo ancora collaborando con questo cliente, con un piano formativo condiviso e strutturato, con reciproca soddisfazione.

Train The Trainer è un percorso importante e qualificante che offre strumenti molto potenti per incrementare la propria efficacia nella formazione e nella comunicazione, che possono essere utilizzati nel lavoro e nella vita in generale.

Il percorso è aperto a clienti, fornitori e partner, per poter costruire assieme delle basi sinergiche in un miglioramento continuo e condiviso.

Dopo anni di studi e di approfondimenti è stato possibile creare un percorso capace di coniugare le esigenze tecniche delle tematiche QHSE con gli strumenti delle soft skills, per dei risultati straordinari in grado di incrementare la consapevolezza agendo sui comportamenti.

Non esitare a contattarci se vuoi costruire assieme a noi il prossimo step nella formazione QHSE per la tua organizzazione.

Vistra è in grado di supportare le aziende italiane in tutto il mondo per le problematiche di Qualità, Sicurezza sul Lavoro ed Ambiente.

Se vuoi approfondire l’argomento, guarda il video.

Federico Olivo
Autore: Federico Olivo
Laureato in ingegneria Gestionale, ha maturato la sua esperienza per la qualità nel settore militare. Tra i fondatori di Vistra nel 2000 è oggi Presidente della società. In oltre 20 anni di operatività nel settore della Qualità ha lavorato in Italia ed all’estero per aziende di ogni dimensione ed in molteplici settori. Con una grande esperienza nella mappatura dei processi tiene lezioni in Master e corsi universitari, co-autore del libro “la guida del sole 24 ore alla Qualità” edito dal Sole24ore.

Lascia un commento

Come possiamo aiutarti?

Chiamaci per una consulenza gratuita o inviaci una richiesta online.

Stai cercando un partner affidabile?